Dal secondo incontro si è iniziato a far sul serio e dopo aver ridotto l’obbiettivi del primo lancio al “semplice” completamento con successo dell’esperimento Pi in the sky abbiamo ordinato l’elettronica necessaria avvalendoci dell’utilissimo supporto del sito http://www.pi-in-the-sky.com/ .